Il progetto Lov4Vision è nato per permettere agli ospiti anziani con disabilità gravi di Sacra Famiglia di fare uno screening oculistico, grazie a un’idea del dott. Lucio Buratto, oculista di fama internazionale e mecenate di arte contemporanea.

Tutto ha inizio da una raccolta di opere di giovani artisti delle migliori Accademie di Belle Arti italiane ed europee, cui è stato specificamente chiesto di interpretare il tema dell’occhio umano. È nata così la mostra “Luce, occhio, visione”, il cui acronimo è LOV. La mostra è stata esposta a Mido 2017, la rassegna internazionale dedicata al settore mondiale dell’occhialistica.

Una ulteriore serie di opere di artisti italiani d’arte contemporanea quali Emilio Isgrò, Turi Simeti, Renata Boero, Fernando De Filippi e Ugo La Pietra, che hanno interpretato, ciascuno secondo un proprio linguaggio, l’affascinante tema della visione, sono state battute all’asta e il ricavato ha permesso di coprire i costi del progetto. Nei mesi di giugno e luglio sono stati circa 170 gli anziani ospiti delle sedi di Sacra Famiglia di Cesano Boscone, Settimo Milanese, Regoledo e Lecco, che hanno potuto beneficiare dell’iniziativa sottoponendosi gratuitamente alle visite oculistiche. Il progetto ha così raggiunto lo scopo di sostenere diagnosi e cura delle patologie oculari negli anziani fragili.

Un sentito ringraziamento al dott. Buratto e al dott. Giò, medico oculista di riferimento di Casa di Cura Ambrosiana che ha sensibilizzato altri colleghi perché si rendessero disponibili a realizzare le visite.